castelletto Sabatini rivenditori
 
   
 

 

 
 
 
modulo istruttoria Modulo Banca Preventivi finaziamento

CASTELLETTO SABATINI FORNITORE (Pro Solvendo)

L'operazione è un Plafond legato ad operazioni Sabatini, è un fido bancario pluriennale e presenta alcuni aspetti da analizzare.
Nel caso specifico di affidamento concesso al Venditore, l’Istituto di Mediocredito che esegue l’affidamento deve effettuare comunicazione alla Banca d’Italia per il censimento dell’operazione in Centrale Rischi a carico del Venditore affidato.
L'importo del fido è inteso come totale di effetti scontabili presso l’Istituto di Mediocredito, comprensivo quindi dell'importo finanziato e dei relativi interessi.
L'operazione Sabatini viene registrata come operazione a medio e lungo termine autoliquidante.
Viene censito l'importo accordato per il fido e l'importo utilizzato (soprattutto per le operazioni di castelletto rotativo).
L'importanza del censimento dell'operazione Sabatini, può riguardare la possibilità di accesso al fido ordinario in quanto il sistema bancario sarà più propenso a concedere nuovi fidi a chi è meno affidato.

Il Fido Pro Solvendo

L’operazione di affidamento per sconto di effetti in pro solvendo può assumere le seguenti forme:

a) Castelletto globale al Venditore:
In questo tipo di operazione, l’Istituto di Mediocredito concede un fido globale di sconto al Venditore; quest’ultimo deve presentare all’Istituto di Mediocredito una serie di documenti atti a far valutare la propria situazione patrimoniale ed economica. Valutato il Venditore, si concede un importo globale di affidamento da utilizzare per sconto di effetti Sabatini. All'interno del fido globale concesso, alcuni Istituti concedono un importo massimo ammissibile automaticamente, da utilizzare per singole operazioni di taglio prefissato. L'istruttoria della singola pratica è molto più semplificata e rapida ed alcuni Istituti scontano direttamente gli effetti senza valutare l'acquirente. Per importi superiori al massimo del taglio previsto, l’Istituto di Mediocredito richiede invece una istruttoria anche sull’Acquirente. Altri Istituti, invece, sempre all'interno del castelletto concesso al Venditore, effettuano una valutazione anche dell'acquirente (gradimento), riservandosi di accettare o meno l'operazione. In questo caso l'istruttoria è più lunga. Il castelletto Venditore viene concesso ad aziende medio-grandi, che normalmente sono in grado di valutare il rischio sull'operazione di sconto prima di presentarla all’Istituto di Mediocredito.
Queste aziende, dato l'importo del fido che hanno a disposizione, possono permettersi di finanziare nuove iniziative, od imprese il cui scoring di valutazione non sia in linea con gli standard bancari. Grazie a tale Plafond il Venditore potrà aumentare il giro d’affari e limitare il rischio di solvibilità, cautelandosi con una Polizza Assicurativa del Credito, con Ipoteca sugl’Immobili, o Pegno su Titoli, etc.

Il castelletto Venditore può essere del tipo:
- Rotativo: l’Istituto di Mediocredito stabilisce un importo massimo di effetti scontabili entro una certa scadenza. L'importo del castelletto si riduce per via dello sconto di effetti e si ripristina via via che gli acquirenti pagano gli effetti.
- Una tantum: l’Istituto di Mediocredito concede un fido globale da utilizzare per lo sconto di effetti entro una certa scadenza, ma l'affidamento non si ripristina con il pagamento degli effetti da parte degli acquirenti. L’Istituto si riserva, una volta esaurito il castelletto, di approvarne uno nuovo.

b) Operazione singola di sconto:
L’operazione singola si ha quando l’Istituto di Mediocredito, pur concedendo un fido al Venditore, analizza l'operazione nel suo contesto, facendo affidamento su entrambi i contraenti. Questo tipo di operazione trova applicazione  quando:
- Venditore ed Acquirente sono entrambi di piccola dimensione;
- l'Acquirente è di grandi dimensioni rispetto al Venditore, e si vuole evitare la formula del Pro-Soluto che potrebbe portare a costi accessori (fideiussioni, pegno di titoli).
In questo caso l’Istituto di Mediocredito, pur affidando sulla carta il Venditore, fa fiducia sull'Acquirente.
Il Venditore e l'Acquirente devono presentare all’Istituto una serie di documenti atti a far valutare la propria situazione patrimoniale ed economica.
L’Istituto di Mediocredito, una volta valutati i contraenti, concede un affidamento singolo, facente comunque capo al Venditore, da utilizzare per la specifica operazione di sconto in essere.
L'operazione singola, per le sue caratteristiche, è meno frequente rispetto al fido globale del Venditore, e necessita, per la doppia istruttoria necessaria, di tempi più lunghi.

SVILUPPO AZIENDALE S.r.l.  Studio di Consulenza Finanziaria  
Mediatore Creditizio N° 5739 U.I.C. - Agente in Attività Finanziaria N° A18935 U.I.C.
E-mail svilup@svilup.it - info@svilup.it C.F. e P.IVA 03301780874 

| Home | Azienda | Obiettivo | La Struttura | Lavora con noi | Dove Siamo | Contatto | F.A.Q | | Legge Sabatini | Castelletto Sabatini | Castelletto Sconto |
| Cambiale Diretta | Cambiale Agricola | Cambial Hotel | Cambiale Facile | Finanziamenti M.L.T | Mutuo Ipotecario | Mutuo Edilizio | Mutuo Edilizio SAL |
| Leasing | Leasing Immobiliare | Leasing Auto e Moto | Leasing Strumentale | Leasing Pubblico | Leasing Nautico | Factoring | Renting |
| Convenzioni Fornitori | Convenzioni Professionisti| network |

Copyright © 2006/2007 Sviluppo Aziendale S.r.l. Finanziamenti agevolati alle Imprese.